L’io diventa plurale

Piombano su duepuntozero suggestioni dai portfolio sparsi on line.

i_are_img

Questa idea è tratta dal book di Davide Pasquale (Daddescale), copywriter, classe 2006 del master Copywriting – Nuovi linguaggi della comunicazione.
Massima sintesi, massima forza del concept.

“L’io non si definisce solo in positivo ma anche in negativo, indicando nel ciò che si è la complementarietà del ciò che non si è. Appartiene a chiunque lo pronuncia e lo avvolge, così come il profumo che si indossa. L’io sono le infinite facce di un unico mondo. L’io diventa plurale.”

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: