L’onore della censura

Recuperiamo dall’archivio del 2006/2007 un progetto che non ricordavamo. Ci chiedevamo: perché ci è sfuggito?
Per forza: è stato censurato.

Un progetto sulle pari opportunità, finalizzato a sintetizzare in un messaggio audio-visivo il superamento dello stereotipo del ruolo della donna.

Bisogna ammettere, e bisogno è proprio la parola chiave, che nessuna metafora poteva essere più calzante di questa. Provocatoria, ma evidentemente talmente basilare da essere la più efficace possibile a destrutturare gli status symbol.

Guardare per credere. Fu l’unico spot a non essere pubblicato nella comunicazione finale del progetto.

http://youtu.be/0NqUm6AEWNk

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: